Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Lyrics

LP Untitle

Testi delle canzoni del gruppo Alchimia

Om

Om

Om

Om

Om

Om

Om

Vieni ti stavo aspettando

E’ da tanto tempo

Che ti stavo aspettando

Ora sono pronto

Ora sono pronto

Ora

Ora

Ottobre

Cammini, cammini

Lungo la tua strada cammini

Attento a non voltarti mai

Se per disgrazia ti accorgi

Di tutto quello che lasci

Inutile dirtelo è la fine

Inutile dirtelo è la fine

Bis

Ma sai bene che non puoi

Fare finta di niente

Allora cammini cammini

Fra tristezza e dolore

Il mondo una grande ingiustizia sembrerà

Aspetti un raggio di sole

In quel grigiore eterno

Come l’inferno

Bis

Vino

Svegliati, libero libero per magia

Sensibili legami

Filtrano i miei pensieri

Indietreggiando

Ingenuo cugino dei tuoi più moderni

E sempre più schifosi

E sempre migliore sei

Giusta dose

Così poco mancavo Vino

Economico sei

Come ogni cosa che vien dal cuore

Per consumo esisti

Vino

Ingenuo cugino dei tuoi più moderni

E sempre più schifosi

E sempre migliore sei

Mysterium coniunctionis

Da solo non mi annoio più

Da solo non esisto più

I conti ora c’inquadrano

E anche le mani s’incrociano

Uno dopo l’altro

Ci scambiamo le menti

E dopo qualche giro

Ci ritroviamo ognuno a quattro cilindri

A mescolare sensazioni a sentimenti

E pensieri ad intuizioni

(bis)

Fra tante formule magiche

Fra gli elementi incandescenti

Sostenuti dai quattro venti

Solo per gioco c’incrociamo

E neonati sempre rimaniamo

Calati nel nostro laboratorio

Oscuri contenuti

Infrangendo la realtà

s’innalzano in note d’oro

S’innalzano in note d’oro

A mescolare sensazioni a sentimenti

E pensieri ad intuizioni

(bis)

Spinosi respiri

Tu m’incanti

Pieno di me

Fiero di me

In possesso di me

Fumo e

Ben presto acqua e mare

In groppa sulla sirena

M’incollano le onde

Ma gli dei son furiosi

La tempesta mi getta…

M’inabisso

Solenna magia

Eterni tesori

Mesi da favola

Tristi battaglie

Giganti sconfitti

Vittoria sofferta

Spinosi respiri

Bis

Medardo

Hey Medardo

Salta, grida, lotta, rivoltati e piangi

E piangi

Giudicare ti farai ma che t’importa

Ti dicono “metti la testa a posto”

Ma c’è solo vuoto

Nessun quadro da attaccare

Nessun mobile da spolverare

Nessuna pianta da annafiare

E nessuna lampadina da cambiare

Hey Medardo

Sei vuoto

Incompleto

Compromesso

Hey Medardo

Andiamo proprio male sai!

Vuoi essere ma non puoi

Sei invece ciò che non vuoi

Ti vesti di nero spigoloso

Perché dentro sei rotondo rosa

E tu ragazza che aspetti la moda con ansia

Per non sentirti sola e ridicola

Fai la viveuse fino a mezzanotte

Poi ti trasformi in cenerentola

Hey Medardo

Sei venuto con i scarponi

Per eccitarti a Flipper

Hey Medarda

Scalvachi Yamaha

E affoghi il tuo cuore

Sotto vestiti da stress

Sotto vestiti da stress

Ansiosi calmanti

Eccitanti tranquillanti

Bis

Ansiosi calmanti

eccitanti tranquillanti

Bis

L’inquinamente

Incatenato, disorientato

Aspetta un po’

Che ti scannerò

Disilluso, degradato

Aspetta un po’

Che ti brucerai

Vivi nelle fogne

La tua società

Che ti condannerà

Stai bene nel marciume

Vivi in noi

Ti nutri del Potere

Guardati

Allo specchio

Ti si gonfia il cervello

Vedi

Stai impazzendo

Dammi la mano

Dammi la mano

Dammi la mano

E  senza più angoscia sarai

Bis

Rinascimento

Ma che cosa mi succede

Per una donna

Ho perso il senso

Sto viaggiando nello spazio

Senza legge e senza tempo

Sto volando sulle ali del vento

La mia anima mi è padrona

Dalla morte nasce un dio

Che mi dice crea crea crea crea crea quello che vuoi

Mondo ora gira attorno a me

Ti amo quando sei con me

Sono l’energia e mi sposo con te

No non voglio più aspettare

Sento che la vita sta male

Sento che ha bisogno di me

E allora crea crea crea crea crea quello che vuoi

No non voglio più aspettare

Non mi lascio più fregare

No non voglio più aspettare

Non mi lascio più fregare

Compri spendi

Polizia mafia stato governo

Droga stessa merda

Bis

Compri spendi

Lavori e crepi

Compri spendi

Lavori e crepi

Trafficanti di maschere

Commercianti di armi

Trafficanti di maschere

Commercianti di armi

Compri spendi

Lavori e crepi

Compri spendi

Lavori e crepi

Mélancolie

Per questi nostri occhi

Che un giorno lontano

Lucicavano di gioia

Questa realtà è dura da accettare

È così difficile dimenticare

Quel nostro piccolo mondo

Di semplicità e di sorrisi

In due sul mio motorino

Un mondo da scoprire

Da inventare

E tu che mi dicevi guarda il mare

Che si confonde con il cielo

E tutto si fermava

Il mondo in quei momenti si fermava

A guardare noi

Le corse nei prati

E le passeggiate

In quel bosco abbandonato

È solo nostro

È solo nostro

Quante cose sono cambiate

Quel bosco ora non c’è più

Al suo posto ci sono palazzi immensi

E in quel prato ora noi non ci corriamo più

Perché ci sono solo cartacce

Bottiglie rotte

E siringhe

Quanta falsità sotto questo cielo

Quanta violenza sotto questo cielo

Quanta tristezza sotto questo cielo

E tu, perché non sorridi più?

E tu, perché non sorridi più?

C’infetti

Prigione prigione

Nel mio orizzonte

Police police

Intorno a me

Limitazione spingi alla consumazione

C’infetti

Ci dai tutto pronto

Voglio lottare

O voglio volare

Decido io

Decido io

Insicuro o immorale

Decido io

Decido io

Truccato bagnato

Scandisci gli schermi

Sparisce ogni traccia d’intimità

Ma siamo sopra i codici

La razza che sta

Sopra di voi

Voglio lottare

O voglio volare

Decido io

Decido io

Insicuro

O immorale

Decido io

Decido io

Victor Von Doom (français)

Mon royaume est parfait

Je pense à tout, c’est un fait

Je suis scientifique, hyper-technologique

Irréfutablement logique

Par effets d’arcanes invisibles

Mes paroles sont votre Bible

Tant que mon véritable visage ne se révélera

Mon emprise suivra

Ainsi parles Victor Von Doom

Seigneur de Lavterie

Observez le Progrès, il est en or

Comment pourrait-il vous faire du tort

Ma forteresse ne craint aucun ennemi

Surtout pas les politiques, mes amis

Ô régiments, je suis là

Entrez dans la danse, marchez au pas !

Ainsi parle Victor Von Doom

Seigneur de Lavterie

Ainsi, parle Victor Von Doom

Seigneur de Lavterie

Victor Von Doom (italiano)

Il mio reame è perfetto

Provvedo a tutto per il vostro diletto

Sono scientifico, ipertecnologico

Inconfutabilmente logico

Con invisibili arcani

Assopiti mantengo i miei sudditi

Finché il mio vero volto non si rivelerà

L’impresa mia proseguirà

Sono Victor Von Doom

Signore di Lavteria

Democraticamente concesso

Al bisogno di illusione

Provvedo col mito del progresso

Tengo in pugno la situazione

Finito il manganello per sedare la tensione

Ora c’è l’informazione

La mia fortezza non teme nemici

Men che tutti i politici

Conosco le parole magiche

Per i lavoratori così specifiche

Sono Victor Von Doom

Signore di Lavteria

Pubblicità